Perché vi chiediamo di votare SI alla separazione del comune in Venezia e Mestre.

 

Questa è una lettera Aperta per tutti i cittadini di Venezia e di Mestre in particolare, ma ma è rivolta anche a tutti coloro che vivono nella città Metropolitana.  

In Sanca non abbiamo la pretesa di avere le soluzioni in tasca e il nostro apporto alla discussione ha passato una enorme discussione interna sulla sua opportunità.

Tuttavia vi chiediamo di andare a votare domenica, e di votare per il SI.

Leggi tutto...

Dei delitti e delle pene... Catalani

 

Oggi in Spagna abbiamo assistito all’evidente contraddizione intrinseca che caratterizza lo "stato-nazione" unitario che vulnera i principi democratici e liberali che ogni ordinamento contemporaneo dovrebbe perseguire e tutelare. Lo stato spagnolo, in aperto contrasto con la propria Costituzione, mina i presupposti per l’esercizio delle libertà del cittadino partecipe della cosa pubblica. Nel preambolo infatti, correttamente, lo stato si impegna a “proteggere [...] i popoli di Spagna nell’esercizio dei diritti umani, le loro culture e tradizioni, lingue e istituzioni”, dichiarandosi all’art. 1 come “stato sociale e democratico di diritto che propugna come valori superiori del suo ordinamento giuridico la libertà, la giustizia, l’uguaglianza e il pluralismo politico”. [1]

Leggi tutto...

San Petronio Catalano è Nostro!

 

In Veneto abbiamo fatto l'indipendenza!

Sulle aste sventolano solo gonfaloni dal Garda all'Adriatico. Nelle scuole si insegna in lingua Veneta. Il Doge è stato ripristinato come carica temporale di rappresentanza istituzionale. L'economia va bene e per tutti gli stati europei siamo una serena democrazia moderna.

Tuttavia, la regione di San Petronio Catalano ci da dei problemi. Parlano ancora per la maggior parte in italiano, insegnandolo pure ai nuovi venuti. Continuano a esporre la loro bandiera tricolore. Alcune tradizioni diverse dalle nostre durano a morire, anzi, rinvigoriscono.

Leggi tutto...

Referendum: vittoria dei veneti!

 

I risultati di oggi dimostrano che quella dell'autonomia sia una causa che accomuna la stragrande maggioranza dei veneti. Non gli elettori di un partito, ma dell'intera Comunità Veneta

Il successo di oggi è stato possibile solamente grazie a tanti elettori progressisti che, sebbene lontani dall'attuale governo regionale, hanno scelto di votare per l'autonomia ribellandosi ai diktat dei partiti di centro sinistra italiano.

Sanca, suo malgrado, è stata l'unica realtà progressista inequivocabilmente a favore del referendum e dell'Autogoverno. Tuttavia, il nostro lavoro comincia oggi. Nei prossimi mesi ci aspetta una missione fondamentale: rappresentare la voce di questi cittadini.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS